Confcommercio dal 1945 diamo voce alle imprese
Venerdì 22 Settembre 2017
NOTIZIE

Sospensione del mercato: la F.I.V.A. attacca il sindaco di Aidone

Il sindaco di Aidone torna a sospendere il mercato settimanale a causa dell'emergenza rifiuti. Il sindacato manifesta tutto il disappunto per la mancata concertazione e per la manifesta incapacità organizzativa del primo cittadino

Enna, 08/02/2017

«Il sindaco di Aidone Enzo Lacchiana dovrebbe vergognarsi per aver tanto insistito a trasferire il mercato settimanale in un sito che ha poi trasformato in una discarica a cielo aperto. Non è sufficiente lavarsi la coscienza emettendo un'ordinanza di sospensione del mercato, ci vorrebbe un sussulto di dignità per chiedersi come risarcire i danni inflitti ai commercianti che sono vittime incolpevoli della superficialità e dell'inadeguatezza del sindaco».

È feroce la reazione del Presidente provinciale della F.I.V.A. Filippo Villareale all'indomani dell'ennesima ordinanza del sindaco di Aidone Lacchiana che sospende il mercato a causa di una presunta emergenza rifiuti: «Il sindaco non può rimanere a guardare la spazzatura che si accumula ai cigli delle strade per poi emettere un'ordinanza di sospensione del mercato il giorno prima, senza sentire il dovere di concordare la cosa con le associazioni di categoria e con gli operatori».

«Il nostro sindacato - continua il Presidente Filippo Villareale - ha accettato, a suo tempo, la proposta di trasferimento della sede mercatale proposto dall'amministrazione, pur con riserve e perplessità. Ci eravamo fidati dell'impegno assunto dal sindaco di concordare con i sindacati le decisioni importanti».

«Evidentemente la nostra fiducia è stata riposta male - continua Villareale - il sindaco sta dimostrando a noi, alla sua comunità e agli operatori commerciali del mercato di avere le idee confuse, di sconoscere le elementari regole della buona amministrazione e di prendere decisioni al buio, tra le tenebre della cecità di chi lo consiglia malamente».

«In nessun altro comune della provincia si vive l'emergenza rifiuti, se non ad Aidone - sostiene il Presidente della F.I.V.A. - Il sindaco dovrebbe chiedersi il motivo per cui gli altri sindaci riescano a gestire meglio di lui i disagi ormai cronici di una situazione che quindi non si può più considerare emergenza. Lacchiana ci dica cosa intende fare per il futuro. Noi non siamo più intenzionati a subire provvedimenti dell'ultima ora, che non sono risolutivi ma che anzi evidenziano tutta l'incapacità del sindaco di cercare il confronto e il dialogo con i sindacati».

«Abbiamo chiesto al sindaco un incontro urgente - conclude Filippo Villareale - affinché si riesca a trovare una soluzione condivisa e definitiva che salvaguardi la salute pubblica, i cittadini di Aidone e gli operatori commerciali del mercato»

   Seguici su Facebook